In questo articolo voglio parlarti di cibo. Fotografare in modo professionale i tuoi piatti, pensi sia impossibile?

Beh, mi spiace deluderti ma non lo è.

  • Hai un ristorante/bar/locale e non sai come pubblicizzarlo?
  • Non hai a disposizione attrezzatura fotografica professionale?
  • Non vuoi investire su qualcuno che faccia il lavoro per te?
  • Vuoi imparare una tecnica che potrebbe tornarti utile?

Troverai tutto il necessario nelle prossime righe.

Spesso mi è stato chiesto come fotografare in modo semplice, senza grandi attrezzature, dei piatti appena cucinati per pubblicare le foto suFacebook o Instagram.

Insomma, persone interessate ad un tipo di fotografia veloce, ma di impatto visivo.

Questo mi ha dato ispirazione per scrivere questo articolo, quindi, eccomi qui.

Non preoccuparti, è tutto molto semplice, ho pensato io a te.

Qui di seguito elencherò tutto ciò di cui avrai bisogno per fotografare il cibo con lo smartphonein modo professionale.

Lo stretto indispensabile

  • Smartphone
  • Sole o fonte di luce
  • Piatti neri/bianchi/tinta unita
  • Sfondi/piani di appoggio (legno, metallo, tinta unica)
  • Il tuo cibo da fotografare

Per me non occorre altro, questo è il minimo indispensabile.

Sei pronto? Cominciamo!

5 consigli fondamentali per fotografare il cibo con lo smartphone.

1. Attenzione al piatto

fotografare-il-cibo-con-smartphone-04

Prima di tutto, scegli il ciboda fotografare. In base al colore della tua pietanza andrai a decidere il colore del piatto. Io amo i piatti bianchi. Puliti, eleganti e di classe. Ma questo dipende spesso anche dal tipo di cibo.

Ti faccio un esempio: se devo fotografare una mozzarella, ovviamente non sceglierò un piatto bianco, ma un piatto colorato o nero che ne amplifichi l’effetto senza sminuirla, dando importanza al suo colore. Devi cercare in ogni caso di creare un giusto contrasto tra soggetto e sfondo.

Ti consiglio di non utilizzare piatti con troppi colori, ma di tenerti su tinte unite. Senza troppi sfarzi, la semplicità in questo caso ha la meglio.

2. L’importanza dello sfondo

come-fotografare-con-lo-smartphone

Perfetto, adesso hai scelto il tuo cibo ed il tuo piatto, che come ti ho spiegato avranno dei colori contrastanti.

Detto questo, si passa alla scelta del“piano di appoggio” ..insomma lo sfondo, la base dove appoggerai il piatto.

Per quanto riguarda gli sfondi io amo il legno, non c’è nulla da fare, dà un tocco naturale ed elegante alle tue foto. Anche in questo caso ti consiglio sempre sfondi a tinta unita senza troppe distrazioni. La cosa importante è non distogliere lo sguardo di chi guarda, quindi cercando di puntare la sua attenzione al piatto e non ai mille ghirigori intorno.

3. Illuminazione non da poco

fotografare-il-cibo-con-lo-smartphone-illuminazione

 

Elemento fondamentale per fotografare il cibo:la luce.

Bisogna fare molta attenzione ad usare flash, luci, torce varie artificiali.

Se utilizzati nel modo scorretto potrebbero risultare un qualcosa di davvero mediocre e pacchiano. Io in questo caso sceglierei la luce naturale, cosa c’è meglio del sole? Non elimina sfumature e nemmeno ombre, ed allo stesso tempo non esagera, da un tocco naturale e non finto.

Poi, voglio dire, è sempre disponibile e gratuita, cosa vuoi di più?

Ovviamente.. non fotografare di notte! :)

4. La prospettiva

come-fotografare-con-lo-smartphone

Bisogna scegliere il punto giusto da cui fotografare. Dall’alto, di lato, dal basso?

Infatti nella quarta posizione dei nostri punti fondamentali per fotografare il cibo troviamo la prospettiva.

Questo è molto importante perchè in base al punto da cui scatti la tua foto cambieranno molti fattori. La profondità, la luce, le ombre. Bisogna fare attenzione, perchè se la tua fonte di luce è in alto allora puoi fotografare da qualsiasi punto, e la luce e le ombre rimarranno uguali. Ma nel momento in cui la luce arriva da una posizione non centrale e quindi non simmetrica, dovrai fare attenzione da dove scattare.

Devo dire che le composizioni fotografate dall’alto sono le più apprezzate, perchè si va incontro ad una sorta di still-life, il tutto molto piacevole all’occhio di chi guarda.

5. Post-produzione? Il tocco magico!

composizioni-fotografiche-mobile

Che sia un paesaggio, un ritratto, o del cibo.. quello che non può mancare in una fotografia è la post-produzione.

Diffida da chi ti dice che i filtri non servono e viva il natural. L’importante è editare nel modo giusto senza esagerare rispettando le regole base della fotografia.

Per questa fotografia posso darti alcuni semplici consigli:

  • Aumenta l’esposizione, sempre meglio foto luminose che buie.
  • Aumenta leggermente la saturazione senza esagerare.
  • Se hai fatto qualche errore in fase di scatto elimina le imperfezioni.
  • Se c’è qualche elemento di troppo che spunta fuori, taglia la foto come meglio credi.

Come ho accennato all’inizio del post, questa è una tecnica per fotografare velocemente e nel modo giusto, senza intaccare nella qualità dei nostri scatti, quindi ovviamente queste modifiche le faremo con qualche app fotografica. Il tutto senza scaricare le foto sul pc, copiare, incollare, aspettare che si apra Photoshop, che vada in palla e che a fine lavoro non si salvi nulla.

Perfetto, quindi unica cosa che manca per completare il tuo lavoro, è scegliere un’app che faccia al caso tuo.

Ti consiglio Snapseed. Chi mi conosce sa che non posso farne a meno :)

Per saperne di più su Snapseed puoi leggere alcuni articoli che ho scritto tempo fa:

Che ne dici, ti senti pronto per sfornellare in cucina e provare a fare qualche scatto seguendo i miei consigli?

Beh, dopo questa lezione gastronomica mi aspetto le foto dei tuoi piatti e soprattutto.. un invito a pranzo!

 

 


GIUSI ORLANDO
GIUSI ORLANDO

Aiuto le persone a migliorare l'approccio con la fotografia grazie alle nuove tecnologie, mettendo al primo posto l'immagine, come strategia per raggiungere i propri obiettivi.